Rss

Palermo in tutte le lingue
#Ballaròdautunno2015

Share Button

 

20 lingue più parlate al mondo - Palermo in tutte le lingue - Ballarò d'autunno 2015 - Ballarò significa Palermo

 

Palermo in tutte le lingue


25-27 settembre 2015
Giornata europea delle lingue (26 set)
Giornata mondiale del sordo (27 set)


 

Palermo è una città multiculturale, nella quale si parlano molte lingue: sia per la presenza di svariate comunità etniche e nazionali, ma anche per motivazioni culturali, professionali e di relazioni internazionali.

Quotidianamente all’Università, nelle scuole, nelle sedi dell’Azienda Sanitaria Provinciale, agli sportelli per i migranti come nei siti turistici, nei ristoranti e per strada si incrociano gli idiomi più diversi, a partire dall’italiano e dal siciliano, ovviamente, per arrivare all’arabo, al cinese, allo swahili e tra gli altri – non ultima per importanza – alla Lingua italiana dei Segni per i sordi.

L’intento del primo appuntamento di Ballarò d’autunno 2015 è di evidenziare questa realtà, creando l’occasione per farne conoscere le sfaccettature, gli aspetti di arricchimento e le difficoltà che ne derivano, facendo incontrare gli “attori” tra loro e con i cittadini.

Il 25 settembre si svolgerà un incontro plenario delle organizzazioni aderenti nella Sala delle Lapidi del Consiglio Comunale, che permetterà di tracciare una “mappa” estemporanea della realtà linguistica di Palermo.

Durante le tre giornate il programma ci condurrà lungo i percorsi dell’internazionalità e della interculturalità di Palermo con: letture e narrazioni tematiche nella varie lingue affidate a persone madrelingua e a studenti, itinerari tra i monumenti ed una conversazione a più voci sul tema.

L’attenzione alle lingue si associa immediatamente all’idea dell’ascolto, che intendiamo sia come azione della percezione uditiva, sia come atteggiamento di attenzione verso la realtà che ci circonda.

La geografia linguistica e le tecniche audiologiche per l’apprendimento delle lingue di Alfred Tomatis verranno spiegate in un laboratorio esperienziale e in una conversazione a più voci dal dott.

Concetto Campo un esperto di livello nazionale del settore. L’ascolto dell’ambiente sonoro urbano e all’attenzione per il paesaggio sonoro che ciascuno di noi contribuisce a generare verrà esplorato nelle passeggiate sonore guidate da Canecapovolto e in una conversazione a più voci sul tema, curata dalla Rete Siciliana per il Paesaggio Sonoro.

A rappresentare Palermo “in tutte le lingue” nella ricorrenza della Giornata europea delle lingue e della Giornata mondiale del sordo partecipano studenti, docenti di lingue, mediatori linguistici, persone madrelingua, esperti di paesaggio sonoro, guide turistiche, cittadini.

Questa immagine mostra la parola amore scritta in tutte le lingue dentro un cuore - Amore per Palermo in tutte le Lingue del mondo


  1. Venerdì
    25 settembre


 
ore 10.00
Sala delle lapidi, Palazzo delle Aquile
Piazza pretoria n. 1

Incontro d’apertura
Le lingue a Palermo.

Saluti e racconti d’esperienza dei seguenti rappresentanti delle Istituzioni:

  • Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo
  • Salvatore Orlando, Presidente del Consiglio Comunale
  • Andrea Cusumano, Assessore alla Cultura
  • Giulio Pirrotta, Comitato Ballarò significa Palermo
  • Piero Longo, presidente Italia Nostra Palermo
  • Adham Darawsha, presidente Consulta delle Culture

Intervengono i seguenti rappresentanti della società civile:

  • Rajendra Bitrayya, Rappresentante Comunità Mauritius di Palermo
  • Mari D’Agostino, Direttrice della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo
  • Marcello Amoruso, referente progetti di inclusione linguistica minori non accompagnati ITASTRA
  • Patrizia Spallino, direttrice Officina di Studi Medievali
  • Giuseppe Rizzuto, presidente Officina Creativa Interculturale
  • don Enzo Volpe, direttore Centro Santa Chiara

Intervengono docenti e studenti dei seguenti Licei:

  • Liceo Vittorio Emanuele II
  • Istituto Marco Polo
  • Liceo Regina Margherita
  • Liceo Ninni Cassarà
  • Liceo Danilo Dolci
  • IC Maredolce
  • IC Nuccio

Intervengono i rappresentanti dei seguenti Enti:

  • Biblioteca delle Balate
  • Forum Antirazzista Palermo
  • Osservatorio Nourredine Adnane

Coordina i lavori

  • Vito Pecoraro, presidente Association Francophone de Palerme

ore 15.30
Liceo Regina Margherita
Piazzetta SS. Salvatore n. 1
Letture
A cura del Liceo Regina Margherita

ore 17.00
San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
Esposizione I saperi per l’inclusione Le donne del progetto Fei “I saperi per l’inclusione” espongono i prodotti artigianali realizzati durante il percorso formativo. ITASTRA Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo

ore 17.30
Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate
Conversazione a più voci Intercultura quotidiana.
Servizi in tutte le lingue per gli stranieri?
Interventi
Rajendra Bitrayya, Comunità Mauritius, Fausta Ferruzza Forum Antirazzista Palermo, Alberto Biondo Osservatorio Nourredine Adnane, Don Enzo Volpe direttore Centro Santa Chiara, Tindara Ignazzitto coordinatrice progetto Fei “I saperi per l’inclusione” ITASTRA, Donatella Natoli associazione Kala
Coordina
Adham Darawsha Presidente Consulta delle Culture

ore 19.00
San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
“Mari ruci a Ballarò” spettacolo in dialetto siciliano A cura di docenti, alunni e genitori dell’Istituto comprensivo Maredolce
 

Nella foto si vedono Cattedrale e Liceo Classico V. Emanuele II - Licei palermitani per Palermo in tutte le lingue

 


  1. Sabato
    26 settembre


 
ore 9.00
Letture Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate
A cura del Liceo Ninni Cassarà

ore 10.00
“I contrabbandieri di libri”.
Una storia lituana
A cura dell’associazione Le Balate

Passeggiate sonore
ore 11.00
Partenza dalla Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate

ore 12.00
Partenza da San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
A cura dell’associazione canecapovolto

Itinerari di visita ai monumenti del territorio
ore 11.30
Partenza dalla Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate

ore 12.30
Partenza da San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
A cura dell’associazione guide turistiche professionali

Laboratori
ore 15.30
Pensionato universitario San Saverio
Via Albergheria, 154
Calligrafia araba condotto da Daniela Caldarella
A cura dell’Officina di Studi Medievali – Institut Bourguiba des Langues vivantes
Scrittura cinese condotto da Giuseppe Rizzuto
A cura dell’associazione Officina Creativa Interculturale

ore 15.30
Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate
Nati per leggere
Corso di lettura ad alta voce rivolto a insegnanti e genitori
A cura dell’associazione Biblioteca delle Balate

ore 18.00
San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
Conversazione a più voci
“Il Paesaggio sonoro di Palermo tra movida e pedonalizzazioni”
Interventi

  • Giulio Pirrotta, Comitato Ballarò significa Palermo
  • Alessandro Aiello, canecapovolto
  • Marco Gullo, ingegnere tecnico competente in acustica

Coordina

  • Michelangelo Pavia, architetto

Studenti per Palermo in tutte le Lingue

 


  1. Domenica
    27 settembre


 
Letture

San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato

ore 10.00
A cura dell’Istituto Tecnico Economico per il Turismo Marco Polo

ore 11.30
A cura del Liceo Danilo Dolci

ore 10.00
Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate
Il metodo Tomatis per l’apprendimento delle lingue
Seminario esperienziale condotto da Concetto Campo
A cura dell’associazione Ars Nova

Itinerari di visita ai monumenti del territorio
ore 11.30
Partenza dalla Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate

ore 12.30
Partenza da San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
A cura dell’associazione guide turistiche professionali

Conversazione a più voci
ore 17.00
Biblioteca delle Balate
Piazza delle Balate
La geografia acustica di Alfred Tomatis
Interventi
Concetto Campo esperto metodo Tomatis
Coordina
Mari D’Agostino, Direttrice Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo

Performance
ore 19.00
San Giovanni decollato
Piazza San Giovanni decollato
“Echi della lunga distanza – Laboratorio 1. Letture dopo lo sbarco”
Lettura multimediale a più voci in tante lingue del mondo (compreso l’italiano).

A cura di ITASTRA Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo

La performance è frutto di un laboratorio di movimento, traduzione e lettura condotto da docenti esperti con studenti minori e richiedenti asilo dei Sud del mondo inseriti in progetti di inclusione linguistica della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo.

N.B. La manifestazione è finalizzata alla raccolta di fondi per le attività culturali e sociali svolte dagli organismi partecipanti al programma Ballarò significa Palermo.

 

Per approfondimenti sul Programma completo di “Ballarò d’autunno 2015” clicca qui.

 



I contenuti testuali di questa pagina sono curati dall’Ufficio Stampa.

Share Button