Rss

Festa dei Racconti e dei doni

Share Button
 

L'immagine mostra un neonato in una culla - Festa dei Racconti e dei doni - Ballarò significa Palermo - Ballarò d'autunno 2015

Festa dei Racconti e dei Doni
Il passaggio tra le generazioni


30 ottobre – 2 novembre 2015


La “Festa dei morti” è una tradizione fortemente radicata a Palermo e testimonia ancora oggi una visione “particolare” della morte e della relazione tra le persone vive e le persone morte, secondo una traccia che risale all’antichità più lontana.
 
Uno degli atti fondamentali della tradizione sta nel rendere “viva” la memoria dei defunti tramite dei doni che vengono fatti ai bambini: si intende mantenere il legame con gli antenati, conservando il valore della loro esistenza.
 
Per il quinto appuntamento di Ballarò d’autunno 2015 proponiamo di guardare alla tradizione della “Festa dei morti” come ad un momento del percorso del passaggio tra le generazioni, che si realizza con il dono e con la narrazione.
 
La narrazione – individuata come modalità di riferimento nello svolgimento delle diverse attività del programma di Ballarò, in quanto strumento utile all’incontro, alla conoscenza e al confronto tra identità personali e culturali di individui e gruppi diversi, alla base di un processo che, nel tempo, costituisce la comunità sociale – viene messa al centro dell’attenzione.
 
Altro centro d’attenzione saranno i prodotti dell’artigianato locale e delle comunità migranti, che verranno esposti per divenire doni e quelli che verranno creati nei laboratori realizzati in collaborazione con la Sartoria sociale della cooperativa Al Reves.
 
Le manifestazioni, che si svolgeranno nel contesto dell’Oratorio di Santa Chiara, si articolano come in allegato.


  1. Venerdì
    30 ottobre


Oratorio di Santa Chiara – piazza Santa Chiara

ore 16 – 22
Villaggio dei racconti e dei doni Esposizione di prodotti artigianali

ore 16.30 – 18.30
Racconti A cura dell’associazione “Città invisibili”

ore 17.30
Conversazione a più voci con Luca Scarlini
Storytelling e narrazione nelle dinamiche sociali di oggi

ore 21
Spettacolo di narrazione
La storia di Giacomo Serpotta e il mistero di Casa Professa di e con Luca Scarlini


  1. Sabato
    31 ottobre


ore 10 – 22
Villaggio dei racconti e dei doni Esposizione di prodotti artigianali

ore 10
La Passeggiata del Re – su prenotazione – persorso narrato tra storia e natura

ore 16
Laboratori
Creatività manuale a cura di Al Reves Sartoria Sociale
Scrittura creativa a cura di Apertura a strappo
Lettura ad alta voce a cura di Biblioteca delle Balate

ore 16.30 – 18.30
Racconti A cura dell’associazione “Città invisibili”

ora 21
In Piazza Santa Chiara si balla Contradanza


  1. Domenica
    1 novembre


Oratorio di Santa Chiara – piazza Santa Chiara

ore 10 – 22
Villaggio dei racconti e dei doni
Esposizione di prodotti artigianali

ore 16
Laboratori
Creatività manuale a cura di Al Reves Sartoria Sociale
Scrittura creativa a cura di apertura a strappo
Lettura ad alta voce a cura di Biblioteca delle Balate

ore 18.30
Spettacolo di narrazione di e con Beatrice Monroy


  1. Lunedì
    2 novembre


Oratorio di Santa Chiara – piazza Santa Chiara

ore 10 – 22
Villaggio dei racconti e dei doni
Esposizione di prodotti artigianali

ore 10
La Passeggiata del Re – su prenotazione – persorso narrato tra storia e natura

ore 16
Laboratori

ore 16.30 – 18.30
Racconti

ore 20
Esposizione e Performance

N.B. La manifestazione è finalizzata alla raccolta di fondi per le attività culturali e sociali svolte dagli organismi partecipanti al programma Ballarò significa Palermo.

Biglietti d’ingresso – per i racconti € 3 – per i laboratori € 5 al giorno – per gli spettacoli € 7

L’ingresso al Villaggio è libero

 



I contenuti testuali di questa pagina sono curati dall’Ufficio Stampa.

Share Button